Choose from our wide range of portfolio layouts

Ecosostenibilità

Il rifugio è un Edificio a Energia Quasi Zero, come l’Unione Europea definisce le strutture “ad altissima prestazione energetica, in cui il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo è coperto in misura significativa da energia da fonti rinnovabili, prodotta sul posto”.

Infatti produce gran parte dell’elettricità che consuma, grazie a 40 mq di pannelli fotovoltaici, e si riscalda con un impianto geotermico (tre pozzi che scendono a 110 m di profondità), integrato da due termostufe a legna. Non usa gas né altri combustibili fossili.
L’acqua potabile viene dalla fonte di Fontana Fredda, a 2386 metri di quota e un’ora di cammino dal rifugio (per gambe allenate).
A parte le fondamenta e il muro di contenimento a monte – necessariamente in cemento armato – l’intera struttura è in legno, preparata in segheria e montata sul posto. Uno strato di lana di legno fa da isolante e in legno di larice sono i rivestimenti interni. L’esterno invece è in pietra: sono i muri della vecchia stalla, smontati e poi rimontati da mani esperte.

La cucina è vegetariana, sia per rispetto della vita animale che per ridurre l’impatto sull’ambiente. Non vegana in quanto siamo circondati da alpeggi e contenti di mangiare burro e formaggio prodotti dall’erba di questi prati, grazie alle mucche che pascolano qui intorno e ai nostri vicini allevatori.

VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA